Apple Pie

20130413-090414.jpg

La più classica torta della tradizione americana, risale ai tempi dei coloni, considerata un’icona americana tanto da originare un proverbio “as American as an apple pie” “tanto americano quanto una Apple pie”!

INGREDIENTI
800 gr Mele
120 gr Zucchero
80 gr Burro
2 Cucchiaini Cannella In polvere
1 Limone
1 Pizzico Sale
2 Cucchiaini Maizena
1 Panetto Pasta brisé come da ricetta base ( oppure due confezioni di dischi già pronti)

PREPARAZIONE
Dividere in due parti la pasta brisé e stendere con il matterello ottenendo due “dischi”.

Lavare accuratamente le mele, sbucciarle e tagliarle in spicchi spessi.

Aggiungere la buccia del limone grattugiata, la cannella, la maizena, due cucchiai di succo di limone, lo zucchero. Da non preparare in anticipo, il sughetto che le mele e lo zucchero generano, bagnerebbero troppo la pasta.

Amalgamare il tutto facendo attenzione a non schiacciare le mele.

Prendere un disco di pasta brisé e metterlo in una teglia da forno circolare imburrata accuratamente ed infarinata come se si volesse foderare la tortiera, la pasta sarà leggermente più grande della tortiera.

Aggiungere il ripieno all’interno con dei piccoli fiocchetti di burro.

Coprire il tutto con il secondo disco di pasta brisé tagliando la parte in eccesso, sovrapporre la parte in eccesso di pasta del primo disco sulla superficie.

Aiutandosi con una forchettina, fare dei solchetti sul bordo con i denti per dare la decorazione caratteristica e con uno stuzzicadenti, bucherellare la superficie per favorire la cottura interna e la fuoriuscita dei vapori (per non rischiare l’esplosione di torte!).

Aggiungere i ritagli di pasta avanzati sulla superficie per decorarla come più piace.

Mettere la torta nel forno preriscaldato a 180 per 20 minuti, abbassare la temperatura a 160 gradi per altri 30 minuti.

Spolverare con un cucchiaio di zucchero la superficie della torta infornare dinuovo per 15 min a 160 gradi.

Se la torta dovesse assumere un colore troppo scuro durante i vari passaggi di cottura, abbassare ulteriormente la temperatura, ogni forno ha la sua potenza.

Servire quando è ancora tiepida.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on Tumblr